A Mareto

Bisturi d’oro 2020 alla Sanità piacentina. “Stiamo ancora combattendo”

2 agosto 2020


“Si sta combattendo una guerra, ma il nemico non è ancora stato sconfitto”. Il nemico è lui, il Coronavirus, che tutt’ora è attivo, come lo si evince dai numeri riportati dal Direttore generale dell’Ausl di Piacenza Luca Baldino a Mareto nel corso della 47esima edizione del “Bisturi d’oro”, premio che ogni anno viene assegnato ad un rappresentante della Sanità, distintosi per il suo impegno e che resterà alla storia per l’edizione che ha voluto prima di tutto dire grazie e poi premiare, tutta la Sanità piacentina impegnata in prima linea nella lotta contro il Covid 19.

Tutti i medici, infermieri, volontari, che si sono succeduti negli interventi in fase di consegna del premio, hanno ripetuto appelli affinché ognuno faccia il proprio dovere, usando le dovute precauzioni sanitarie al fine di contrastare la divulgazione del virus.

L’orafo valnurese Giulio Manfredi, creatore del Bisturi d’Oro, a nome del “Comitato Bisturi d’oro di Mareto”, ha consegnato il premio a Baldino, quale segno di riconoscimento per tutto il mondo sanitario piacentino. Premio, che come ha spiegato lo stesso Baldino, sarà esposto in una apposita teca, all’ingresso dell’ospedale di via Taverna.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE