Congresso Cardiologi

Più inquinamento, più arresti cardiaci: lo studio di Daniela Aschieri

30 agosto 2020


C’è un legame, a quanto pare piuttosto stretto, tra la prima causa di morte in Italia – le malattie ischemiche del cuore – e l’inquinamento atmosferico. Ad evidenziarlo è una ricerca che utilizza dati tutti piacentini e che è stata presentata per la prima volta in pubblico dalla dottoressa Daniela Aschieri, cardiologa e anima di Progetto Vita, al 51° Congresso nazionale dell’Associazione nazionale medici cardiologi ospedalieri tenutosi a Rimini.
I dati riguardano la sola città di Piacenza (non tutta la provincia quindi) e sono stati presi dal database della locale Agenzia per l’ambiente (Arpae) e da quello di Progetto Vita.
Il periodo in considerazione va dal primo gennaio 2010 al 31 dicembre 2017. Le analisi hanno rilevato che nei giorni in cui si sono avuti arresti cardiaci i livelli di inquinamento erano alti mentre nei giorni in cui gli arresti cardiaci non si sono registrati, l’inquinamento era basso o assente.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE