Anche i militari piacentini diventano podisti in nome della solidarietà

27 Settembre 2020

17 città ospitanti, 28 squadre coinvolte, 336 militari in versione runner, 12 ore ininterrotte di corsa, 4.298 km percorsi complessivamente, rilevati con apposito sistema da TDS Timing Data Service e 9 testimonial d’eccezione. Sono questi i numeri della staffetta nazionale “Una squadra per la ricerca” che ieri nemmeno la pioggia battente in alcune città e le folate di vento come anche a Piacenza hanno potuto fermare. Lungo il percorso ad anello realizzato presso il Viale Pubblico Passeggio, la squadra piacentina costituita dai 12 militari del 2° Reggimento Genio Pontieri ha contribuito percorrendo 150,15 Km.

La sinergia dei Comandi dipendenti dalle Forze Operative Terrestri di Supporto dell’Esercito Italiano, con sede a Verona, è stata più forte per poter raggiungere l’obiettivo: percorrere più chilometri possibile per trasformarli in una donazione a favore di Fondazione Città della Speranza Onlus e, specificamente, della ricerca pediatrica grazie al contributo dei sostenitori. L’ammontare sarà reso noto nei prossimi giorni, intanto si guarda con soddisfazione al fatto di aver portato sotto i riflettori dell’Italia una tematica molto delicata qual è quella della malattia di un bambino che, solo il progresso della ricerca scientifica, potrà rendere sempre più curabile e guaribile.

La grande macchina organizzativa della manifestazione ha coinvolto numerose città da nord a sud: Avellino, Bari, Bologna, Bracciano, Cagliari, Civitavecchia, Firenze, Mantova, Milano, Piacenza, Palermo, Sabaudia, Roma, Treviso, Torino, Verona e Vicenza, dove hanno portato il loro saluto i rappresentanti delle amministrazioni comunali che hanno concesso il patrocinio.

A Piacenza hanno portato il loro saluto il Comandante del 2° Reggimento Genio Pontieri, Colonnello Salvatore Tambè, l’Assessore allo sport della Città, Stefano Cavalli, e il volontario e consigliere della Fondazione Città della Speranza, Paolo Guglielmi.

Oltre ai militari, hanno aderito anche alcuni noti campioni dello sport e personaggi dello spettacolo che hanno sposato l’iniziativa: a Milano hanno corso l’ex velina e presentatrice Marina Graziani, l’attore e conduttore Dino Lanaro e il primatista del mezzofondo Gennaro Di Napoli; a Verona era presente il maratoneta Gianni Poli; a Roma il nuotatore Massimiliano Rosolino; a Treviso il cantante e musicista Red Canzian; a Firenze una rappresentanza di atleti della Nazionale Italiana Calcio Trapiantati con tanto di tuta ufficiale; a Mantova protagonisti l’arbitro Gennaro Borriello e il calciatore Roberto Boninsegna.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà