A Podenzano

Faccia a faccia con i ladri: “Olio cosparso sulle mani per sfilarmi l’anello”

28 settembre 2020

“Li ho trovati in corridoio, mi tremano ancora le gambe”. E’ visibilmente scossa l’89enne di Podenzano che, venerdì sera, si è trovata faccia a faccia con tre malviventi nella sua abitazione. “Non mi hanno né picchiata, né strattonata – dice – mi hanno adagiata sul pavimento e sfilato un anello. Non avevo altro”. Secondo la ricostruzione della donna – che è perfettamente autonoma e vive sola, anche se riceve più volte al giorno le visite dei figli e di altri familiari – gli sconosciuti, in tutto tre, sono entrati dalla cantina, rompendo i catenacci delle porte. Del caso si sono occupati subito i carabinieri di Pontenure e di San Giorgio, intervenuti sul posto. Le indagini sono ora in corso.

“MI HANNO TAPPATO LA BOCCA” – “Me li sono trovata davanti, in casa – racconta la pensionata -. Ho gridato, ma uno di loro, puntandomi una lampada accesa perché non li vedessi, mi ha tappato la bocca per farmi tacere e mi ha adagiata a terra, senza spingermi né farmi male. Uno è andato in cucina a prendere l’olio che poi mi hanno messo sulle mani per togliermi più facilmente un anello e se ne sono andati. Quando non ho più sentito rumori, mi sono trascinata verso il telefono e ho chiamato mia figlia”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Val Nure

NOTIZIE CORRELATE