Due anni e due mesi

“Iniziò a drogarsi e diventò violento”: marito condannato per maltrattamenti

30 settembre 2020

Un matrimonio che andava bene, fino a quanto non si è intromessa la cocaina. E’ quanto ha raccontato una donna al giudice del tribunale di Piacenza Sonia Caravelli, per spiegare il repentino cambio di umore e abitudini del marito cinquantenne, diventato via via sempre più nervoso, irascibile e in alcuni casi anche violento. L’uomo, che secondo la ricostruzione avvenuta in aula aveva iniziato a fare uso di stupefacenti nel 2015, è stato condannato a due anni e due mesi di reclusione per maltrattamenti in famiglia. Gli sono stati contestati diversi episodi di insulti, minacce e in un caso anche una vera e propria violenza fisica. La coppia viveva in Val Nure, era stata la moglie a denunciare il marito.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Val Nure