Screening sierologico: il 9,3% dei piacentini ha avuto il Covid

07 Ottobre 2020

I piacentini che nel periodo del picco della pandemia hanno contratto il Covid potrebbero essere il 9.3 percento. Lo rivelano i dati forniti dall’Azienda sanitaria relativi allo screening sierologico terminato a luglio.

Sono state 90mila le chiamate dell’Azienda sanitaria ai cittadini per individuare un gruppo di circa ottomila persone, rappresentativo della popolazione piacentina per sesso, età e distribuzione geografica da sottoporre al test sierologico per capire quante persone erano entrate a contatto con il Coronavirus nei mesi caldi della pandemia. La prevalenza di positività stimata è del 9.3%.
Il campione di 8.000 persone è stato diviso in sottogruppi.
Tra le “Popolazione a rischio” (ovvero persone che hanno avuto uno stretto contatto con un positivo), 1.883 le persone testate, il 35% circa è risultato positivo.
Tra i 998 operatori sanitari che si sono sottoposti al test il 22% aveva gli anticorpi e per il campione di popolazione non a rischio 4.870 persone testate, il 7 % ha contratto il Covid.
“Un contatto stretto di persona positiva su tre è stato contagiato, questo significa che è fondamentale un isolamento efficace per evitare la diffusione del contagio”, hanno dichiarato i vertici dell’Azienda sanitaria.

Complessivamente allo screening sierologico terminato a luglio hanno aderito 21.600 persone. E’ ancora in corso l’analisi dei dati.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà