Liberi dalla quarantena dopo un sms: “Ma arriva il giorno dopo”

08 Ottobre 2020

Dopo 14 giorni di quarantena a causa di un contatto con una persona risultata positiva al Coronavirus, chiunque non vede l’ora di uscire di casa.

Per essere finalmente “liberi” occorre però attendere un sms inviato sul cellulare da parte dell’Azienda sanitaria. Alcuni cittadini hanno lamentato alla nostra redazione l’arrivo tardivo del messaggio e il conseguente disagio di un’altra giornata in casa.

“I tamponi erano entrambi negativi e ho ricevuto una chiamata da parte dell’Ausl che mi avvisava della fine della quarantena a mezzanotte del giorno stesso, l’ultimo di isolamento – racconta una piacentina -. L’operatore mi ha informata del fatto che per poter uscire avrei dovuto però attendere l’arrivo dell’sms previsto il giorno successivo”.
L’sms effettivamente è arrivato il giorno successivo ma alle ore 16 e così la piacentina è stata costretta a saltare un altro giorno di lavoro.
“Per evitare questo disagio, al posto della telefonata potrebbe essere spedito un messaggio o una email che annuncia la fine della quarantena a mezzanotte di quella giornata – commenta la donna -; così, grazie a quel messaggio o email, una persona il giorno seguente è libera di uscire e andare a lavorare senza incorrere in sanzioni o problemi”.

“La certificazione di fine quarantena o isolamento – fa sapere l’Azienda sanitaria – oggi viene comunicata sul portale Covid del cittadino raggiungibile dal sito dell’Azienda sul di Piacenza. I cittadini vengono informati telefonicamente dall’operatore del Igiene Pubblica ed il giorno dopo ricevono sul proprio cellulare un messaggio che li informa che il giorno seguente potranno scaricare il certificato. L’azienda ha in corso una modifica di questa procedura che, coinvolgendo diverse articolazioni dell’Usl ed Enti e Istituzioni esterne è particolarmente complessa, al fine di allineare i due momenti, comunicazione telefonica e possibilità di scaricare la certificazione”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà