Covid, contagi in aumento. Gli esperti: “Serve la collaborazione di tutti”

09 Ottobre 2020

Contagi in continuo aumento, una trentina di ricoverati per Covid all’ospedale e un autunno difficile alle porte. Questa la situazione del Coronavirus a Piacenza, sicuramente delicata, ma il mondo sanitario è pronto a fronteggiare l’emergenza. Ne hanno discusso nell’ultima puntata di “Nel Mirino” gli ospiti del direttore Andrea Magnacavallo, primario del Pronto Soccorso di Piacenza, Marco Delledonne, Direttore del Dipartimento di Sanità Pubblica Azienda Usl di Piacenza, Anna Maria Andena, direttore del Distretto Città di Piacenza e Giuseppe Gregori referente per la Pediatria dell’Asl. Il polso della situazione lo ha Magnacavallo, in prima linea da febbraio: “Siamo attenti perché la situazione epidemiologica sta cambiando. In questo momento all’ospedale ci sono tra i 25 e 30 ricoverati, tra questi coloro che hanno bisogno di assistenza respiratoria sono quattro e nessuno fortunatamente in terapia intensiva”. L’ospedale si è attrezzato, “ora individuiamo i malati in tempo rispetto a prima, ma ci vuole collaborazione da parte di tutti. Le mascherine vanno messe e ci si deve lavare le mani”. Altro aiuto sono le Usca, come ha detto Andena: “Siamo un ospedale viaggiante con medici e infermieri che hanno strumenti diagnostici appositi, i colleghi hanno maturato una significativa esperienza a seguito di 4500 accessi nelle case”. Molto presto si aggiungeranno i pediatri come ha confermato Gregori: “Saranno una decina, tre dei quali già formati”. Infine Delledonne ha fatto chiarezza su alcuni punti del nuovo DPCM: “Andrà rivisto. Per esempio mi aspetto più obblighi di indossare la mascherina al chiuso, assembramenti come le feste vanno evitati”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà