Risalita dei contagi, in alcune scuole scatta l’obbligo di tenere la mascherina anche durante le lezioni

09 Ottobre 2020

09

Il Covid fa sempre più paura anche nelle scuole. La risalita dei contagi ha portato alcuni istituti piacentini a prendere provvedimenti che vanno nella direzione di inasprire le restrizioni già in vigore. Un impegno assunto per contrastare ulteriormente la diffusione del virus. Proprio in questi giorni, ai docenti di queste scuole, è arrivata una circolare che dispone l’obbligo della mascherina, anche da seduti, sia per studenti che docenti, per tutto il tempo di permanenza in classe. A livello nazionale la normativa prevede che il dispositivo si possa togliere una volta che alunni e insegnanti siano posizionati al proprio banco o cattedra, mantenendo le distanze di un metro. La nuova disposizione, più stringente, è stata adottata dal liceo Gioia di Piacenza ed è entrata in vigore l’8 ottobre: “Ha deciso la commissione Covid – spiega il dirigente scolastico Mario Magnelli – fino a quando la situazione epidemiologica resterà così importante, abbiamo pensato che fosse necessario aumentare il livello di sicurezza della popolazione scolastica, adottando questa ulteriore misura di protezione.

Diversa la situazione all’Isii Marconi: “Per noi la situazione è ancora quella delle indicazioni della ripresa. Gli studenti seduti possono abbassare la mascherina – spiega il preside Mauro Monti – certo possiamo consigliare di tenerla e in questi giorni ho visto aumentare il numero di ragazzi che la indossano durante le lezioni, però lasciamo la libera scelta. Obbligando gli studenti si rischia di ottenere l’effetto contrario poi durante gli intervalli, secondo me bisogna gestire la situazione con buon senso”.

Al liceo Respighi invece l’obbligo della mascherina da tenere anche seduti è stato adottato da subito nel regolamento di istituto, in via precauzionale: “Con l’appoggio del consiglio di istituto abbiamo ritenuto di essere prudenti dal primo giorno di scuola, riservandoci di valutare l’evoluzione del contagio – spiega la preside Simona Favari – alla luce dei dati sappiamo che la decisione che abbiamo preso all’inizio è stata opportuna. Anche ieri, 8 ottobre, con il collegio docenti abbiamo fatto il punto della situazione e vogliamo continuare su questa strada. Se all’esterno vige l’obbligo della mascherina riteniamo che al chiuso sia ancora più necessario”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà