Nella notte la firma al nuovo Dpcm: stop alle feste private, bar e ristoranti chiusi a mezzanotte

13 Ottobre 2020


E’ arrivata nel cuore della notte la firma sul nuovo decreto della presidenza del consiglio dei ministri e che sarà in vigore per i prossimi trenta giorni.

Il divieto di feste private al chiuso e all’aperto è uno dei principali provvedimenti contenuto nel documento che amplia le restrizioni nell’ottica del contenimento del contagio da Coronavirus. Novità anche per baristi e ristoratori che dovranno procedere con l’abbassamento delle serrande entro mezzanotte, mentre sarà vietato consumare in piedi al di fuori dei locali dopo le 21. Importanti novità anche per la scuola con il ritorno del divieto delle gite scolastiche. Come annunciato da giorni, stop anche agli sport di contatto svolti a livello amatoriale e dunque niente più calcetti tra amici.

Per ciò che attiene gli spettacoli, rimane il limite dei 200 partecipanti al chiuso, mille per quelli all’aperto con la prescrizione di mantenere un metro di distanza tra un posto e l’altro. Per quanto riguardo lo sport, apertura “con una percentuale massima di riempimento del 15% rispetto alla capienza totale e comunque non oltre il numero massimo di 1000 spettatori” all’aperto e 200 al chiuso.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà