Coronavirus

Carabinieri, weekend di super lavoro per vigilare sul rispetto delle norme anti-contagio

18 ottobre 2020


Le pattuglie delle Compagnie carabinieri di Piacenza, Bobbio e Fiorenzuola d’Arda, impiegate dal pomeriggio di venerdì sino alle prime luce dell’alba di domenica nell’attività di controllo per il rispetto delle norme anti contagio, hanno complessivamente controllato più di 80 persone, provveduto allo scioglimento di alcuni assembramenti di giovani e controllato 27 attività commerciali di ristorazione, due delle quali sanzionate. Sono state anche contestate alcune sanzioni per il mancato utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie aeree.

In particolare, a Fiorenzuola d’Arda, ai titolari di due attività commerciali è stata contestata la violazione di cui al DPCM del 12 ottobre poiché protraevano l’attività di somministrazione di prodotti alimentari oltre le ore 24. Sempre nella cittadina della Val d’Arda una pattuglia del Radiomobile ha provveduto a sciogliere un assembramento in strada di numerosi giovani, così come a Bobbio nelle vie principali del paese dove sono state contestate alcune violazioni per il mancato utilizzo della mascherina.

A Rottofreno, invece, la pattuglia del Radiomobile di Piacenza è intervenuta presso un bar per una movimentata lite tra il titolare ed un avventore ubriaco. L’uomo che veniva invitato ad indossare un dispositivo di protezione reagiva ingiuriando la titolare e anche altri avventori presenti nel locale. All’arrivo della pattuglia l’uomo si era già allontanato, ma con le indicazioni fornite, veniva rintracciato poco dopo dalla stessa pattuglia in un altro bar del paese, palesemente ubriaco e senza la mascherina. E’ stato quindi sanzionato per ubriachezza e per la violazione alle prescrizioni in materia di contenimento della diffusione del virus per il continuo mancato utilizzo del dispositivo di protezione.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE