Romano di 47 anni

Accoltellò il presunto rivale in amore: chiesto il processo

29 ottobre 2020

Rinviato a giudizio per aver accoltellato il rivale in amore. L’accusa per un quarantasettenne romano è quella di tentato omicidio. L’uomo, pregiudicato per reati contro il patrimonio, è accusato di aver inferto tre coltellate: due alla schiena e una all’addome a un piacentino di 28 anni, per motivi di gelosia. Il fatto era avvenuto in via Colombo lo scorso 18 gennaio. La polizia, nel giro di poche ore, aveva chiuso il caso. Il piacentino era stato ricoverato in prognosi riservata.

Gli agenti erano riusciti a rintracciare il presunto responsabile del fatto nella sua abitazione. L’uomo era apparso visibilmente ubriaco. Il coltello usato per ferire il rivale in amore era stato trovato sotto ad un cespuglio in un giardinetto vicino alla casa dell’accoltellatore: il 47enne si era procurato l’arma per ”regolare” i conti con il rivale. Un rivale che lui, arrivato a Piacenza per lavoro, avrebbe considerato un “amico”. Almeno inizialmente, ma poi i due si sarebbero fronteggiati, contendendosi una 38enne piacentina. Il più vecchio dei due avrebbe accusato l’altro di avergliela portata via.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE