L’infermiera tra fatica e fake news: “Abbiamo bisogno del sostegno di tutti”

18 Novembre 2020

Eleonora Rossi è una delle due infermiere ritratte nella foto e suo marito, Davide Cigalini, le ha voluto augurare buon compleanno così, postando qualche giorno fa su Facebook questo scatto risalente alla scorsa primavera ma ancora tremendamente attuale.

“Credo sia un’immagine simbolo – ha spiegato Davide, anch’egli dipendente Ausl – in grado di rappresentare molto bene quello che gli operatori sanitari hanno vissuto giusto qualche mese fa, ma che tanta gente, purtroppo, sembra aver scordato in fretta”.

E’ soprattutto sui social, troppo spesso ricettacolo di fake news, che negazionisti e complottisti trovano terreno fertile: proprio in questi giorni è diventato virale il video di un uomo che insegue in auto un’ambulanza vuota della Croce Rossa per dimostrare come i mezzi di soccorso vengano impiegati per spargere terrore, e che in realtà non esiste nessuna emergenza. La verità, come ha spiegato Eleonora, infermiera del Pronto Soccorso di Piacenza, è ben diversa.

“Ci troviamo nel pieno della seconda ondata nella quale, avendo già vissuto in questo contesto, siamo certamente più organizzati e meglio attrezzati per combattere il virus. La differenza che avverto come operatrice sanitaria tra la situazione attuale e quella di qualche mese fa è il sostegno delle persone, che attualmente non riusciamo quasi più ad avvertire. Noi, di fatto, non abbiamo mai staccato, quindi adesso siamo stanchi. Mai come adesso, quindi, abbiamo bisogno del supporto della gente. Questa guerra è ancora lunga, la situazione è delicata: per favore non abbandonateci proprio ora”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà