Rischia di finire in strada, il Comune fa passo indietro: “Resta in casa”

20 Novembre 2020

“Nella consapevolezza delle attuali difficoltà da parte della signora Locardi a reperire una diversa sistemazione abitativa, si ritiene di poterle concedere di rimanere nell’alloggio sociale in Cantone del Cristo fino al termine del periodo di emergenza”. Con questa motivazione, i servizi sociali del Comune di Piacenza hanno deciso di prolungare la permanenza della 29enne disoccupata in un’abitazione d’emergenza in città. Locardi era stata infatti sollecitata – in piena pandemia da Covid – a lasciare la casa entro il 20 novembre, a causa della scadenza del tempo massimo d’alloggio (pari a diciotto mesi). “La mia alternativa era quella di dormire in strada, senza nulla”, aveva denunciato al nostro sito nei giorni scorsi.

La ragazza – affiancata dall’avvocato Cristina Balteri – può quindi tirare un sospiro di sollievo. Almeno, per ora: per il futuro, al termine dell’allerta da Coronavirus, il Comune le prospetta comunque l’esigenza di “reperire un’altra sistemazione abitativa individuata dalla stessa oppure in accordo con il servizio sociale”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà