Stress da pandemia: donne più colpite. Due psicologhe in aiuto

20 Novembre 2020

Da sinistra Sara Losi, Laura Mocchi ed Elena Nazzari

Il 60 percento degli italiani, in base a recenti studi, presenta sintomi da stress legati alla pandemia che si manifestano principalmente con insonnia, stress, ansia e attacchi di panico. A soffrirne sono in particolare le donne alle prese con la gestione di famiglia e lavoro con nuove modalità e limitazioni. L’aspetto psicologico della pandemia è poco considerato ma, secondo gli esperti, rischia di lasciare conseguenze per il futuro. A disposizione delle donne c’è un nuovo percorso di supporto psicologico organizzato dall’Acli (associazione cristiana lavoratori) che si chiama “Essere donna al tempo del Covid”. Due psicoterapeute Laura Mocchi ed Elena Nazzari sono a disposizione per affrontare ansia, paura e incertezza legate al momento storico che stiamo vivendo. Il servizio, sostenuto dalla Regione Emilia Romagna, è gratuito e disponibile ai numeri: 348 8510069 e 348 7657913. L’attività è iniziata da tre giorni e ha già ricevuto diverse richieste di aiuto.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà