Ponte Lenzino, ecco le ruspe per realizzare il viadotto provvisorio

01 Dicembre 2020

A Rovaiola, tra Marsaglia e Cerignale, sono arrivati i primi mezzi per i lavori di realizzazione del viadotto provvisorio dopo il crollo del ponte Lenzino avvenuto il 3 ottobre scorso.

Per la prima volta dopo 58 giorni, gli abitanti delle zone più isolate hanno tirato un timido sospiro di sollievo, incrociando le dita il più forte possibile perché gli operai possano realizzare il ponte provvisorio Bailey lungo cinquantaquattro metri, nel minore tempo possibile. Al momento vengono stimati cinque mesi per la fine del cantiere, quindi in teoria la Statale 45 dovrebbe tornare percorribile a doppio senso di marcia – con mezzi fino a 44 tonnellate – entro aprile.

A eseguire i lavori è la ditta “Pesaresi Giuseppe” di Rimini. Il ponte Bailey partirà davanti al bar Chiara e arriverà sull’altra sponda, appena prima del ponte crollato. Nulla invece al momento si sa sul ponte definitivo: il progetto inizialmente ipotizzato da Anas è stato bocciato dai sindaci, i quali chiedono che il ponte non venga rifatto sul tracciato precedente.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà