Tentò di strangolare la compagna di università in via Carducci, 22enne accusato di tentato omicidio

02 Dicembre 2020

E’ accusato di tentato omicidio un 22enne che avrebbe cercato di strangolare una compagna di università in via Carducci a Piacenza. La procura ha chiuso le indagini sull’episodio avvenuto nel giugno di due anni fa. In base a quanto ricostruito, i due studenti si trovavano sull’auto di lui quando, a causa di un banale litigio, il 22enne di origini siciliane avrebbe sferrato un pugno al naso della giovane. La 21enne era riuscita a divincolarsi e uscire dall’auto ma lui l’avrebbe inseguita e fatta cadere prima di tentare di strangolarla. Le diceva: “Stai zitta o ti ammazzo”. Anche in questo caso la giovane era riuscita a fuggire ma, rincorsa, era stata nuovamente aggredita con altri pugni al volto. Alcuni passanti avevano udito le grida di aiuto e chiamato la polizia.
L’udienza in cui si deciderà per la richiesta di rinvio a giudizio è prevista per la prossima primavera davanti al giudice per le udienze preliminari Fiammetta Modica e al pm Ornella Chicca che ha coordinato le indagini del caso. Gli avvocati difensori sono Graziano Siringo del Foro di Siracusa e Oreste Riboli del Foro di Lodi. La ragazza, vittima dell’aggressione, si è costituita parte civile, ad assisterla l’avvocato Stefano Sarchi.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà