All’età di 57 anni, parrucchiera di Ottone realizza il suo sogno: laurea in Scienze Religiose

04 Dicembre 2020

Da ragazza studiava Pedagogia, Carla Canevari, quando con un’amica ha scelto di aprire una barberia quasi per gioco, tra lo stupore generale, essendo un lavoro insolito per giovani ragazze degli anni Ottanta. Invece, per Carla, fare la parrucchiera unisex è diventato per passione e creatività, il lavoro della vita. A Ottone e in vallata tutti la conoscono come “quella dell’Angelica”, Angelica era la nonna, pioniera del commercio locale nei primi del Novecento. Una predisposizione familiare quella di servire il pubblico, con garbo e gentilezza apprese anche curando costantemente la formazione professionale, fino a diventare maestra di accademia Anam (Accandemia nazionale acconciatori misti). Poteva aprire un negozio in una metropoli ma ha scelto con convinzione di mettere la sua professionalità al servizio della comunità di Ottone, il borgo dell’alta Val Trebbia in cui è cresciuta e di cui è da sempre innamorata. Un legame viscerale che può stupire molti, ma non chi è nato in quel gioiello incastonato tra i monti. E così tra i suoi clienti si incontrano gli abitanti locali e i villeggianti in arrivo ad esempio, da Genova e Milano.Tutti nel suo negozio si sentono a casa.

Una sensazione di familiarità che Carla ha provato anche alla facoltà teologica dell’Italia Settentrionale, sede di Genova, dove si era iscritta e dove si è brillantemente laureata la settimana scorsa, all’età di 57 anni. Una storia di passione e coraggio che può restituire speranza a tante donne con un passato di sofferenza, ma che hanno conservato la voglia di rinascere, a qualunque età. La svolta per Carla è arrivata con un pellegrinaggio a Medjugorie nel 2007. La voglia di non arrendersi e la ricerca di amore sono passate attraverso la spiritualità e si sono concretizzate anche in un percorso di studi teologici.

“Tutto viene da Dio e nulla è impossibile a Dio” dice Carla che oggi trasmette forza e serenità. “Siamo servi inutili, se farete bene, avrete fatto solo il vostro dovere”: il riferimento al Vangelo le è rimasto impresso e così, l’umiltà caratterizza ogni traguardo raggiunto.

Su Facebook, il Comune di Ottone si è congratulato con la “sua” parrucchiera per il prestigioso risultato ottenuto. “Oggi mi sento rinata – racconta Carla – e più giovane di quando avevo 20 anni”: un messaggio forte che dalla piccola Ottone vuole arrivare a ogni angolo del mondo “perché il cristiano – conclude Carla, anche oggi, è chiamato ad annunciare a tutti l’Amore di Cristo”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà