Coronavirus, da sessantadue mamme contagiate nati solo due bimbi positivi

08 Dicembre 2020

Sono sessantadue e sono sani i bimbi che hanno visto la luce quest’anno da mamme positive in piena pandemia.
Spiega la dottoressa Renza Bonini, che dirige la Struttura Operativa Complessa di Ostetricia e Ginecologia dell’Ausl: “Da marzo a ottobre abbiamo avuto sessantadue parti di donne positive, su un totale di circa mille e settecento parti quest’anno, un numero quindi contenuto. Di questi sessantadue bambini abbiamo solo due casi di bassi positivi, poi si sono negativizzati. Voglio rassicurare le mamme gravide anzitutto, diversamente rispetto a quanto accade per il virus influenzale e la Sars, queste donne non hanno una particolare suscettibilità al Covid rispetto alla popolazione generale e per chi è positiva non c’è una documentata trasmissione dalla madre al feto, non c’è trasmissione in utero, né nel parto né in fase di allattamento nel latte materno. Non c’è quindi raccomandazione a ricorrere al taglio cesareo se non per motivi che esulano da Covid. Le mamme positive possono partorire naturalmente”.

TUTTI I DETTAGLI NEL SERVIZIO DI PATRIZIA SOFFIENTINI SU LIBERTÀ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà