Palestre, luci accese in segno di protesta: “Per uscire dall’oscurità”

08 Dicembre 2020

Un’ora con le luci accese “per uscire dall’oscurità che ci circonda”. E’ la singolare forma di protesta che, venerdì 18 dicembre dalle 18 alle 19,  attueranno circa quaranta tra palestre, impianti sportivi e scuole di danza del nostro territorio provinciale. Perché “dopo essere stati etichettati come untori, ora siamo caduti nel dimenticatoio. Non possiamo permetterci di stare altro tempo senza lavorare” dice Antonio Garofalo, uno dei promotori dell’iniziativa.

Chiuse da ottobre dopo esserlo già state in primavera durante il primo lockdown, ad oggi le strutture sportive sono ancora ferme e vivono senza una prospettiva di riapertura. Questo stato di incertezza totale ha indotto l’altro giorno un gruppo di imprenditori del comparto a riunirsi e decidere di far sentire la propria voce. Come? Studiando una modalità di protesta civile che potrebbe essere presa a modello in tutt’Italia.

IL SERVIZIO COMPLETO SU LIBERTA’ IN EDICOLA

© Copyright 2022 Editoriale Libertà