Scuole superiori, dal 7 gennaio si torna sui banchi: per gli studenti 30 autobus in più

18 Dicembre 2020

In vista della ripresa delle lezioni in presenza alle superiori, dal 7 gennaio 2021, il trasporto scolastico della provincia di Piacenza potrà contare su ulteriori 30 autobus. Inoltre gli orari delle lezioni rimarranno invariati, con l’eccezione di una flessibilità di 5- 20 minuti sull’orario di termine delle attività scolastiche.

E’ quanto messo a punto dalla Conferenza provinciale permanente – focus trasporti e scuola presieduta dal prefetto Daniela Lupo. Un documento operativo, sottoscritto oggi (18 dicembre), contenente al suo interno le misure che hanno come obiettivo il ripristino del 75% della didattica in presenza per la popolazione studentesca degli Istituti secondari di 2° grado.

“Partendo dall’analisi dell’organizzazione del trasporto pubblico per l’anno scolastico 2020/2021 – si legge in una nota della prefettura – che ha già visto un potenziamento del servizio, in relazione alle esigenze dettate dai provvedimenti governativi in tema di riempimento dei mezzi, il complesso lavoro istruttorio del tavolo di coordinamento della Conferenza ha permesso di definire il più idoneo raccordo tra gli orari di inizio e termine delle attività didattiche e gli orari del trasporto pubblico locale, urbano ed extraurbano, in funzione della disponibilità di mezzi di trasporto a tal fine utilizzabili. Rispetto alla ripresa delle attività scolastiche prevista per il prossimo 7 gennaio 2021, sono stati valutati e simulati diversi scenari con l’obiettivo di recepire le nuove indicazioni previste dal Dpcm del 3 dicembre scorso che porta la capacità di carico degli autobus al 50% dei posti indicati in carta di circolazione e fissa al 75% la percentuale di alunni in presenza per le scuole secondarie di 2° grado”.

“Il complesso piano operativo – prosegue la nota – sarà sottoposto a un necessario periodo di monitoraggio che ne verifichi l’efficacia e individui e risolva le eventuali criticità. Il monitoraggio, previsto per la durata di un mese dall’entrata in funzione del piano, sarà svolto da ogni componente della Conferenza che si impegna anche alla massima diffusione dei contenuti. Seta e Tempi Agenzia svolgeranno inoltre un monitoraggio anche attraverso i propri servizi informatici in dotazione – telerilevamento e videosorveglianza mezzi – mentre la Provincia farà la sintesi dei monitoraggi effettuati da singoli soggetti, che sarà sottoposta alla Conferenza provinciale permanente per le valutazioni del caso”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà