“Vaccino, il 43% degli italiani ha dubbi”. Nuovo studio della prof Graffigna

19 Dicembre 2020

In questa confusione scientifica alimentata dalla bagarre mediatica che confonde le idee alla popolazione “ci dimentichiamo che al cittadino dovrebbe arrivare un puzzle, non tante tesserine sparse”. Una grossa responsabilità rispetto all’esitanza delle persone (il 43% degli italiani) rispetto al vaccino anti-Covid è da attribuirsi ad una mancata o errata comunicazione secondo un’interpretazione cognitiva del questionario sottoposto pochi giorni fa ad un campione di 4mila intervistati dal centro di ricerca EngageMinds Hub diretto da Guendalina Graffigna, docente di Psicologia dei consumi della facoltà di Scienze agrarie alimentari e ambientali dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.

Tutti i dati e l’intervista completa sull’edizione di Libertà in edicola

© Copyright 2021 Editoriale Libertà