Il virus mutato blocca i piacentini in Gran Bretagna

22 Dicembre 2020

Voli blindati dalla Gran Bretagna e nuova ondata di panico nell’opinione pubblica: anche se la “variante inglese” del Covid- 19 sembra al momento fare più paura nell’opinione pubblica italiana che non in quella d’oltremanica, le conseguenze per i piacentini residenti nel Regno Unito restano palpabili: chi non è già partito per ritornare ad abbracciare i propri cari, infatti, difficilmente potrà farlo ora, con i voli interdetti. Lo conferma Luca Golzi, in forze da diversi anni al Servizio per la cooperazione internazionale di Polizia, che solo pochi giorni fa ha lasciato Londra per riabbracciare Piacenza. Giusto qualche giorno prima della sospensione dei voli: “Purtroppo soluzioni al momento non ce ne sono: chi è rimasto bloccato dovrà farsene una ragione”. A Londra, da diversi anni, abita anche Sara Vincini, che al Natale in patria aveva già deciso autonomamente di rinunciare un mese fa per prudenza: “Ho un bambino di 18 mesi, ma già nei giorni scorsi uscivo poco”. IL SERVIZIO COMPLETO SU LIBERTÀ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà