In largo Battisti il millesimo defibrillatore di Piacenza: donato dalla famiglia Ponginibbi

23 Dicembre 2020

E’ stato installato in largo Battisti il millesimo defibrillatore in dotazione alla città di Piacenza, grazie alla donazione della famiglia Ponginibbi. La consegna è stata effettuata alla presenza del sindaco Patrizia Barbieri e della dottoressa Daniela Aschieri di Progetto Vita. Si tratta del primo apparecchio salvavita telecontrollato con un sistema di avviso per eventuali interventi tecnici e manutenzione al centro di assistenza e di allerta direttamente alla centrale del 118 in caso di utilizzo.

Oltre a quello in largo Battisti sono stati donati alla città altri due defibrillatori: da parte di Paolo Cetti, presidente del Rotaract Club di Piacenza, sul Corso, nonché da parte del cantante piacentino Simone Fornasari, che ha deciso di promuovere una raccolta fondi in occasione delle recenti nozze. Il suo defibrillatore è posizionato alla Muntà di Rat.

“Il modello di Piacenza come città cardioprotetta sta facendo scuola in Italia e l’auspicio è che si arrivi presto all’approvazione definitiva della legge sui defibrillatori per una diffusione sempre più capillare di questi strumenti salvavita: la tempestivà, in caso di arresto cardiaco, è un fattore fondamentale”, ha detto il sindaco. “In questi anni – ha aggiunto Aschieri – è stato possibile salvare 130 persone grazie alla rete dei defibrillatori integrati nel sistema del 118”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà