Il semi-lockdown non ferma la corsa al cenone della Vigilia

24 Dicembre 2020

Un centro storico semi-deserto, attraversato solo dalle persone con la borsa della spesa in mano. Così, stamattina (24 dicembre), il cuore di Piacenza si è mostrato nel primo giorno del lockdown di Natale. Anche il nostro territorio è infatti entrato in Zona rossa: l’apertura dei punti vendita alimentari ha consentito a diversi cittadini di “rifornirsi” in vista del mini-cenone di stasera. Il governo ha dato il permesso di invitare a casa (e quindi a tavola) al massimo due persone adulte che non fanno parte del nucleo familiare convivente, più eventuali figli minori di 14 anni o persone disabili. Attenzione al coprifuoco, che vale sempre dalle 22 alle 5 (qui tutte le altre regole in vigore nelle date del 24, 25, 26, 27 e 31 dicembre, poi ancora l’1, 2, 3, 5 e 6 gennaio).

Alcuni piacentini hanno inoltre approfittato di questa mattina in Zona rossa per fare gli ultimi acquisti di Natale, recandosi nelle librerie e negli altri negozi (tra cui cartolerie, articoli sportivi, concessionarie, fiorai) che non rientrano nel regime di chiusura forzata imposto dal governo. Anche le edicole – va ricordato – restano sempre aperte.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà