Scuola primaria chiusa

Feste fuori norma scatenano un focolaio di Coronavirus a Bobbio: 38 positivi in 6 giorni

11 gennaio 2021

A due giorni dal capodanno c’era già un primo nuovo contagio a Bobbio. Ma era solo l’inizio del focolaio: il 5 gennaio il report dell’Ausl ha segnato 4 positivi in più al Covid, se ne sono aggiunti altri sette il 6 gennaio, poi il virus si è allargato ancora. Addirittura diciotto i casi riscontrati l’8 gennaio, il numero più alto quel giorno tra i 46 Comuni dopo la città di Piacenza. Il dato del 9 gennaio ha segnato poi ancora altri tre casi. In totale, sono arrivati a 38 i nuovi positivi nel territorio bobbiese (3.500 abitanti) nel giro di soli sei giorni, dal 3 al 9 gennaio. E pensare che a fine aprile, quando si vedeva a fatica la luce in fondo al tunnel della prima ondata di epidemia, a Bobbio dopo due mesi durissimi si erano contati ufficialmente nei bollettini dell’Ausl 29 contagi in tutto il territorio. Secondo quanto si è appreso il focolaio si sarebbe acceso a seguito di feste tra Natale e Capodanno, almeno due compleanni “fuori norma” e un cenone. E che a cascata hanno contribuito a portare 49 persone attualmente in quarantena. Alcuni negozi e attività hanno esposto il cartello “Chiuso momentaneamente per motivi di salute”. Ieri sera anche una lavoratrice della scuola primaria di Bobbio, pare venuta a contatto con uno di quei giovani, è risultata positiva e, in via cautelativa, vista la rapida diffusione del contagio, è stata disposta la chiusura dell’intero istituto fino a giovedì. Un caso di positività è emerso anche alla scuola media: e qui una classe starà a casa, oggi, in attesa degli accertamenti necessari.

IL SERVIZIO COMPLETO DI ELISA MALACALZA SU LIBERTA’ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE