Monica Cella dalla Cina: “Con 12 contagi, 12 milioni di tamponi in tre giorni”

12 Gennaio 2021

In tanti si chiedono come sia la situazione attuale in Cina sul fronte del Covid. Sembra infatti che l’epidemia da Coronavirus, partita da Wuhan, sia molto contenuta. In realtà, proprio nelle ultime ore, si sono registrati nuovi focolai e diverse città sono finite di nuovo in lockdown. La differenza è che in Cina i nuovi casi vengono subito arginati, con interventi rigorosi, per evitare che scoppi una nuova emergenza sanitaria. A spiegarlo è Monica Cella, piacentina che vive da qualche anno a Quingdao, a mille chilometri da Wuhan: “Attualmente in Cina ci sono alcune aree con contagi, classificate quindi a medio ed alto rischio – spiega – se vai lì, poi devi fare 21 giorni di quarantena quando rientri nella tua area a basso rischio, come è Qingdao attualmente. Però qui ad ottobre, con 12 casi acclarati, hanno fatto il tampone a 12 milioni di persone, noi compresi, in tre giorni. Ora, in previsione del Capodanno cinese, quando di norma si muove più di un miliardo di persone, le autorità consigliano caldamente di spostarsi il meno possibile. Temono nuovi contagi con tanti spostamenti di massa. Comunque tutti continuiamo a mettere le mascherine ovunque e ad usare i codici di tracciamento, su cui sono rigorosissimi. Continuano a provarci la temperatura un po’ ovunque, ormai non ce ne accorgiamo neanche più”. Da dieci giorni è stato approvato un vaccino cinese anti-Covid: “Finora sono state vaccinate 7 milioni di persone, partendo dalle categorie che hanno la precedenza”.

Monica e il marito non sono più tornati in Italia da quando è scoppiata la pandemia. “Non possiamo venire a Piacenza, perché non riusciremmo più a tornare in Cina. Dall’Italia non può rientrare nessuno se non i cittadini cinesi. Hanno blindato di nuovo tutte le frontiere per evitare contagi dall’estero”. A mancare di più sono gli affetti: “Abbiamo dovuto rinunciare anche a ricorrenze importanti delle nostre famiglie, speriamo che la situazione si sblocchi durante l’estate”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà