Superiori, anche a Piacenza in aula lunedì. “Rispettata la sentenza”

15 Gennaio 2021

“Da lunedì mattina gli studenti delle scuole superiori torneranno in classe con le lezioni al 50 per cento in presenza”. È l’annuncio del governatore dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, dopo la sentenza del Tar che ha annullato l’ordinanza regionale di rinvio al prossimo 25 gennaio del rientro in aula degli studenti. “In Emilia-Romagna le sentenze si rispettano. Ma ricordo che il problema epidemiologico esiste – incalza Bonaccini – nonostante la decisione del Tar. I sindaci sono preoccupati, ma sono pronti a lavorare affinché la didattica in presenza riparta da lunedì. Dal punto di vista del trasporto pubblico, non ci sono problemi organizzativi”.

TAMPONI RAPIDI E VACCINO – Il presidente Bonaccini ha comunicato la volontà di potenziare l’attività di screening anti-Covid. “Il personale scolastico, gli studenti e i loro familiari potranno effettuare i tamponi rapidi gratuiti in farmacia ogni due settimane, non più una volta al mese”. La Regione Emilia-Romagna, inoltre, ha chiesto al governo nazionale di includere i docenti, i bidelli e gli impiegati amministrativi degli istituti scolastici tra le categorie prioritarie nella somministrazione del vaccino contro il Coronavirus.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà