Cani, gatti, galline, cavalle, un gallo: a Torrano la tradizionale benedizione degli animali

18 Gennaio 2021

Tradizionale festa di Sant’Antonio Abate a Torrano di Ponte dell’Olio, iniziata con la celebrazione eucaristica, la benedizione del sale e dell’olio, e proseguita nel pomeriggio con i vespri e la benedizione degli animali sul sagrato della chiesa: cani, gatti, galline, addirittura un gallo, una piccola capretta e due cavalle gravide. Il parroco, don Luigi Marchesi, ha ricordato quanto siano importanti gli animali, “creature di Dio necessarie per la compagnia, l’alimentazione ed il servizio all’uomo”. E’ stata fatta anche la benedizione con le reliquie di S Antonio Abate contro ogni male dell’anima e del corpo.

San Antonio Abate, nato nel 251 d.C. è una figura che ricorda il valore della vocazione del dono totale di sé a Dio. Antonio aveva deciso di seguire Dio, lasciando tutto ai poveri per ritirarsi nel deserto, dopo aver ascoltato il Vangelo del giovane ricco, e decidendo di essere lui quel giovane che rispondeva con un “sì” a Gesù.E’ considerato il fondatore del monachesimo cristiano e il primo abate.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà