Ieri quarto sforamento da inizio anno. Proseguono le misure emergenziali

18 Gennaio 2021

Polveri sottili ancora otre i limiti a Piacenza: è quello che emerge dal bollettino Arpae, dopo che ieri la centralina Giordani Farnese situata in città ha rilevato 63 microgrammi per metro cubo (quando il tetto massimo consentito è di 50). Si tratta del quarto superamento della soglia di emergenza da inizio anno.

Per questo proseguono anche a Piacenza le misure emergenziali per il superamento dei livelli di Pm10, come nei Comuni aderenti al piano regionale integrato per l’aria delle province di Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna e Ferrara. Da domani, martedì 19, a mercoledì 20 gennaio compresi, pertanto, sarà vietata la circolazione alle auto e ai mezzi commerciali delle seguenti categorie, tra le 8.30 e le 18.30: benzina sino alla tipologia Euro 2 inclusa, benzina/gpl o benzina/metano pre Euro e Euro 1, diesel sino alla categoria Euro 4 compresa, ciclomotori e motocicli a due tempi pre Euro e Euro 1. Solo al termine dello stato di emergenza sanitaria dettato dalla pandemia, potrà essere applicato anche ai veicoli diesel Euro 5 lo stesso provvedimento emergenziale, per il momento limitato alle sole tipologie citate.

Ai divieti di circolazione si aggiungono, sia martedì 19 che mercoledì 20, le misure riguardanti l’abbassamento delle temperature medie fino a un massimo di 19°C nelle abitazioni private e 17°C negli spazi commerciali e ricreativi, il divieto di combustione all’aperto e, in presenza di impianti alternativi, il divieto di utilizzo delle biomasse per riscaldamento domestico, in caso di classe di prestazione energetica ed emissiva inferiore alle quattro stelle. E’ inoltre vietato lo spandimento di liquami zootecnici senza l’adozione di tecniche ecosostenibili.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà