“Mettete spazi a disposizione degli studenti”, l’invito dei vescovi alle parrocchie

19 Gennaio 2021

Le parrocchie, ove sia possibile, mettano a disposizione degli studenti in difficoltà con la didattica a distanza, spazi in canoniche e oratori con volontari come insegnanti in pensione o educatori. L’invito arriva dai vescovi dell’Emilia-Romagna, in particolare dal vescovo di Piacenza-Bobbio, Adriano Cevolotto, recentemente nominato presule referente per la pastorale scolastica regionale.

“La perdurante pandemia da Covid-19 costringe gli studenti, in particolare quelli della scuola di secondo grado, ma anche tanti universitari, ad un confronto complesso con l’insegnamento a distanza (Dad) – osservano i vescovi -. Non pochi tra questi studenti sperimentano una certa solitudine, anche nella propria casa, quando i loro genitori sono forzatamente assenti per lavoro; altri hanno difficoltà a studiare, perché le stanze sono condivise con i familiari o perché sono dotati di strumenti inadeguati o connessioni digitali scarse; è una vera povertà educativa, quella che la pandemia ha evidenziato”.

TUTTI I DETTAGLI NELL’ARTICOLO DI FEDERICO FRIGHI SU LIBERTA’

© Copyright 2021 Editoriale Libertà