Imprese in crisi, il grido d’allarme degli imprenditori: vertice in prefettura

21 Gennaio 2021

Non s’intravede la luce in fondo al (lungo) tunnel della crisi economica da Coronavirus. Le imprese piacentine soffrono, in molti casi il fatturato si è più che dimezzato. Oggi il prefetto di Piacenza Daniela Lupo ha quindi convocato un vertice in prefettura con i rappresentanti delle associazioni di categoria Confindustria, Confapi, Cna, Confcommercio, Confesercenti, Libera Artigiani, Coldiretti, Confagricoltura, Cia, Confcooperative e Confedilizia, nonché dei sindacati Cgil, Cisl e Uil e degli enti istituzionali Itl, Inps e Inail, nell’ambito degli incontri di monitoraggio sulla situazione economica provinciale.

“È emersa la grande preoccupazione per la crisi che ha colpito, in maniera significativa, alcuni particolari settori come la ristorazione, il commercio al dettaglio, il settore vitivinicolo – spiega la prefettura in una nota ufficiale – a causa delle severe limitazioni imposte dalla pandemia alle attività ricettive e di ristorazione”. Al tavolo sono state formulate delle proposte per il mantenimento dei livelli occupazionali e per la ripresa delle attività. Si è preso atto che nel 98,5 per cento dei casi l’Inps ha provveduto tempestivamente alla trattazione delle domande di cassa integrazione in deroga.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà