“I drammi della pandemia non sono solo sanitari”: focus a Nel Mirino

23 Gennaio 2021

Una puntata densa, anche di emozioni. “Nel mirino”, il format settimanale d’attualità di Telelibertà condotto dal direttore Nicoletta Bracchi (in replica sabato 23.00, alle 9.00 e alle 17.00), si è concentrato sulle ripercussioni pandemiche nelle zone fragili della comunità.

Quattro ospiti: l’assistente sociale Mara Verderi, responsabile servizi persone fragili presso “La Ricerca”; il medico di Pronto soccorso esperto in tossicologia Antonio Agosti; lo psichiatra Antonio Mosti; l’educatore Andrea Roda del Progetto Ops Piacenza.

Sono emersi anche numerici drammatici. Al centro diurno per persone senza dimora “Il Quadrifoglio” gli utenti nel 2020 “sono raddoppiati – ha spiegato Verderi – 155 persone con 4.333 accessi contro le 75 del 2019. Settantasei nuovi utenti, di cui 60 uomini e 13 italiani”.

Ad illuminare un disagio strisciante, le testimonianze di Agosti dal Pronto Soccorso: “preoccupa l’aumento di ubriachezze gravi e le intossicazioni da farmaci psicoattivi, antipsicotici, antidepressivi e benzodiazepine, sono il doppio di quelle per stupefacenti”.

Sono stati ricordati infine due simboli dell’altruismo piacentino, Rossella Noviello e don Giorgio Bosini, che Agosti a marzo in Pronto soccorso accompagnò nelle sue ultime ore: “fu il mio primo maestro alla Pellegrina; via Whatsapp contattai subito tutti gli obbiettori di allora, per salutarlo insieme prima che se ne andasse”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà