Ipotesi Zona gialla per l’Emilia-Romagna da domenica prossima. Cosa si potrà fare

28 Gennaio 2021

La regione Emilia-Romagna potrebbe passare dall’arancione al giallo da domenica 31 gennaio. Il possibile cambio di colore è ipotizzato dal Corriere della Sera, che spiega che per passare alla fascia inferiore si deve stare per 14 giorni in un livello di rischio basso e dunque soltanto il monitoraggio dell’Iss, che sarà esaminato venerdì 29 gennaio, fornirà il verdetto definitivo. Sarà poi seguito dall’ordinanza del ministro della Salute di Roberto Speranza.

Dovrebbe rimanere invariata ancora per una settimana la Lombardia, che il 23 gennaio era passata da rosso ad arancione grazie alla correzione effettuata in seguito a una errata lettura dei dati. La fascia arancione lombarda scadrà dunque il 7 febbraio quando — se i dati saranno migliorati — potrà virare verso il giallo.

L’eventuale passaggio in zona gialla comporterebbe minori limitazioni e una possibilità di lavoro più ampia alle attività. Sul sito del Governo sono riportate le disposizioni in vigore fino al 5 marzo.
Per quanto riguarda i pubblici esercizi in quest’area è possibile consumare cibi e bevande all’interno dei bar, dei ristoranti e delle altre attività di ristorazione, dalle 5.00 alle 18.00. Negli stessi orari è consentita senza restrizioni la vendita con asporto di cibi e bevande.

In tema di spostamenti, dal 16 gennaio al 15 febbraio 2021, in area gialla, è consentito spostarsi tra le  5 e le 22 all’interno della propria Regione, nel rispetto delle specifiche restrizioni introdotte per gli spostamenti verso le altre abitazioni private abitate. Dal 16 febbraio al 5 marzo gli spostamenti tornano invece ad essere consentiti da e per tutte le regioni in area gialla (salva l’eventuale sopravvenienza di nuove disposizioni limitative).

COSA SI PUO’ FARE IN ZONA GIALLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà