Scontri alla Tnt, tre agenti feriti: “Polizia non ha alzato i manganelli”

02 Febbraio 2021

Il bilancio degli scontri di ieri sera davanti alla sede della Tnt di via Dossarelli è di tre poliziotti feriti, fra cui un funzionario, colpiti dai lanci di sassi al volto, a una gamba e a un gomito. I tre agenti sono stati medicati al pronto soccorso con prognosi tra i due e i tre giorni.

La questura fa sapere che non ci sono stati altri feriti. Lo sciopero alla Tnt è in corso da ormai cinque giorni, nei quali sarebbe stato impedito ai camion per il trasporto merci di uscire dai magazzini. Ieri sera intorno alle 22.30 la Digos ha tentato una mediazione con i manifestanti: ne è nato uno scontro tra una settantina di attivisti Si Cobas e 40 uomini in divisa, tra carabinieri e polizia di Stato. I dimostranti, stesi davanti all’ingresso della Tnt in via Dossarelli, avrebbero afferrato alle caviglie gli agenti: in quel momento, quindi, la polizia avrebbe lanciato a mano i lacrimogeni. Ne è seguita una sassaiola con anche bottiglie e bastoni. La questura rimarca di non aver alzato i manganelli sui dimostranti. Adesso sono in corso le indagini anche attraverso la visione dei filmati delle videocamere in funzione ieri sera in via Dossarelli, per risalire ai responsabili della sassaiola che rischiano denunce per resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà