Covid, da oggi tamponi rapidi in farmacia a prezzi calmierati

04 Febbraio 2021

A partire da oggi chiunque può sottoporsi ai tamponi rapidi da Covid nelle farmacie di Piacenza. Dopo un rallentamento tecnico temporaneo dovuto a un “riallineamento” dei sistemi informativi, tutti i cittadini – purché iscritti al sistema di assistenza sanitaria regionale – possono effettuare nelle farmacie convenzionate dell’Emilia-Romagna il test antigenico rapido nasale e il test sierologico al prezzo calmierato di 15 euro. Il servizio è reso possibile dalla convenzione tra Regione Emilia-Romagna e Federfarma.

“Da oggi è attivo il sistema di prenotazioni e l’apposito applicativo elettronico che consente l’effettiva attivazione del servizio – spiega il presidente di Federfarma Piacenza Roberto Laneri -. La struttura informatica sarà pienamente operativa dal 22 febbraio, ma già ora ci è possibile inviare dati e risultati. Questo – osserva Laneri – fa dei test nasali e sierologici rapidi non soltanto un valido mezzo diagnostico, ma anche un fondamentale strumento di mappatura positivi e andamento del contagio, consentendo dunque interventi di sanità pubblica mirati e sempre più efficaci”.

PROCEDURA – In sintesi, oltre alla possibilità per chiunque di effettuare, senza ricetta medica, il test antigenico rapido nasale (tampone rapido) e il test sierologico nelle farmacie convenzionate a prezzo calmierato, viene anche allargata la platea dei destinatari della campagna di screening volontaria e gratuita della Regione attraverso il tampone rapido in farmacia e ridotto da 30 a 15 giorni l’intervallo per poter effettuare nuovamente il tampone gratuito. I cittadini interessati possono richiedere nelle farmacie aderenti al servizio (la lista su www.federfarmapiacenza.it) l’esecuzione di test sierologici rapidi per la ricerca anticorpi anti SARS-CoV-2 e test rapidi nasali per la rilevazione dell’antigene del Coronavirus. I risultati saranno inoltrati a medico di famiglia, Dipartimenti di sanità pubblica dell’Azienda USL e fascicolo sanitario del cittadino, esattamente come già accade per le attività diagnostiche messe in campo ad opera del Sistema Sanitario Regionale. Contestualmente al test, in caso di positività, sarà la stessa farmacia a prenotare al paziente il tampone nasofaringeo molecolare, gratuito, per la conferma del dato.

Questo nuovo servizio alla cittadinanza affiancherà i test rapidi nasali gratuiti già in via d’erogazione per le categorie aventi diritto. Alla lista di quest’ultime, in più, si aggiungono ora gli educatori che operano nei servizi parascolastici, in centri di aggregazione giovanile, oratori, scout, ludoteche, istruttori e gli allenatori di società sportive giovanili del territorio, i volontari delle associazioni che assistono anziani soli o persone con disabilità, nonché i “caregiver” familiari che assistono persone anziane o con disabilità. Non solo: viene stabilito che determinate fasce di persone già coinvolte nello screening – e precisamente scolari e studenti (da 0 a 18 anni, e maggiorenni se frequentano la scuola secondaria superiore), universitari, studenti dei percorsi di IeFP, personale scolastico degli istituti di ogni ordine e grado e dei servizi educativi 0-3 anni e personale degli enti di formazione e istruzione professionale –, potranno ripetere il tampone rapido in farmacia, sempre a carico del Servizio sanitario regionale, ogni 15 giorni. Per le altre categorie la frequenza per effettuare il test gratuito resta mensile.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà