L’addio a Stefano tra commozione e solidarietà: raccolta fondi per la ricerca sul cancro

04 Febbraio 2021

Si è spento, dopo aver combattuto contro la malattia con tutte le sue forze e il suo immancabile sorriso, Stefano Masoni, 44 anni di pura energia, figlio di Guido Masoni, noto consigliere della Famiglia Piasinteina.
La sua improvvisa e dolorosa scomparsa ha dato vita a manifestazioni di solidarietà da parte di numerosi piacentini. I suoi amici Alessio Nazio, Lucia Della Casa e Lorenzo Taiarol, hanno deciso di lanciare, tramite i social, una raccolta fondi per la ricerca sul cancro. “In memoria di Stefano” è il gruppo pubblico creato su Facebook. In poche ore sono già stati raccolti oltre 3.700 euro. “Stefano era nel cuore di tutti, era il nostro gigante buono. E buono lo era davvero, era una di quelle persone che ti fa sempre piacere vedere, che aveva sempre un sorriso e una parola gentile per tutti i suoi amici e conoscenti. Aveva tante passioni, era benvoluto da tutti e ha lasciato un vuoto enorme in chiunque abbia avuto la fortuna di conoscerlo – scrivono gli amici – abbiamo pensato che raccogliere fondi per la ricerca sul cancro fosse il modo migliore per ricordarlo. Perché, ne siamo sicuri, ne sarebbe stato felice.Ci sembrava il modo migliore per rendergli omaggio, visto che non ci sarebbero parole giuste per rendere giustizia all’uomo che era”. Stefano, nei mesi scorsi era stato anche colpito dal Covid, virus che era riuscito a sconfiggere. Lascia la famiglia e il compagno Byron.

Questi i link per donare : 
https://unbuoninvito.airc.it/eventi/in-memoria-di-stefano

https://www.ao.pr.it/sostieni-il-maggiore/insiemeconte/

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà