“Per noi sarà una vera ripartenza solo quando torneranno i lombardi”

04 Febbraio 2021

Aspettando torni di moda il verde in primavera, più che gialla è stata una tiepida transizione al “giallo pastello” quella con cui i commercianti di Bobbio sono ripartiti in sicurezza lo scorso lunedì. Complici i cieli scuri e la pioggerellina di questa settimana, sono poche, per ora, le differenze rispetto alle settimane arancioni.

“Non si può parlare di una ripresa vera e propria – spiega Adelina Fondacaro di Rosa Ruis, accessori moda –. Fin quando non riapriranno le regioni, non cambierà molto. Bisognava far differenza tra località turistica e non”. Dalla caduta del ponte Lenzino, poi, “alcuni di noi commercianti provenienti dall’alta valle hanno dovuto allungare la strada di parecchio, raddoppiando le spese di carburante”.

“L’80% dei nostri clienti viene dalla Lombardia – le fa eco Paola di Elettrodomestici Fagnola, bottega storica – in 70 anni d’attività, non ho mai passato un periodo così brutto. Adesso mi trovo in un limbo, spero di non dover chiudere, ma allo stato attuale la vedo dura”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà