Delitto all’autogrill, chiesti 21 anni di carcere per il presunto omicida

06 Febbraio 2021

Nonostante non sia mai stata rinvenuta l’arma del delitto, un coltello, e sebbene non ci siano testimoni diretti dell’omicidio e manchi una confessione da parte dell’imputato, ciò non significa che il camionista lituano Ricardas Zamolskis, 63 anni, non sia responsabile dell’omicidio dell’autotrasportatore ucraino Oleksandr Bokov, 32 anni. Ne sono convinti il pubblico ministero Antonio Colonna e la collega Daniela Di Girolamo, che ne hanno chiesto la condanna a 21 anni. Il fatto risale al 30 luglio del 2016 e avvenne nel parcheggio dell’autostazione sull’A1 a Fiorenzuola. I due pm hanno parlato per quasi tre ore davanti alla Corte d’Assise presieduta dal giudice Gianandrea Bussi, affiancato dalla collega Laura Pietrasanta e da sei giudici popolari. IL SERVIZIO COMPLETO DI PAOLO MARINO SU LIBERTÀ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà