Borgonovo, l’Arma non dimentica il carabinieri-eroe Alberto Paolo Araldi

07 Febbraio 2021

L’Arma dei carabinieri non ha dimenticato il sacrificio di Alberto Paolo Araldi, giovane brigadiere dei carabinieri fucilato nel cimitero di Piacenza dai  fascisti 76 anni fa. La sua colpa fu quella di aver aderito, dopo l’8 settembre 1943, divisione Giustizia e Libertà di Fausto Cossu di cui venne nominato vicecomandante. Nel cimitero di Borgonovo, di fronte alla tomba di Araldi, i vertici provinciali dell’Arma, gli amministratori locali e anche i familiari del “carabiniere partigiano” gli hanno reso omaggio “perché la sua testimonianza sia da esempio alle future generazioni”.

L’ARTICOLO COMPLETO DI MARIANGELA MILANI IN EDICOLA CON LIBERTÀ

© Copyright 2021 Editoriale Libertà