I ristoratori tirano un sospiro di sollievo: “Speriamo sia la fine dell’incubo”

08 Febbraio 2021

“È la fine di un incubo, speriamo”. Per l’intera categoria dei ristoratori piacentini alla prima riapertura domenicale a pranzo, riassume per tutti Daniele Repetti, chef stellato del “Nido del Picchio” di Carpaneto. Lo “speriamo”, si aggiunge con ogni evidenza per scaramanzia, e per i tanti mesi di lockdown e di aperture a singhiozzo patiti dal settore. Gli ultimi tavoli apparecchiati di fatto risalgono a Natale: poi, a parte un paio di giorni “gialli” prima dell’Epifania di cui pochi hanno approfittato, si è tornati a lavorare coi pranzi da lunedì. Ieri, insomma, era la prima, vera prova del nove. Ed è stata una giornata di festa. Ristoranti affollati a pranzo, in tutte le vallate e in città.

IL SERVIZIO COMPLETO SU LIBERTA’ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà