Il cuore dei piacentini: “Libertà per Piacenza” a quota 25mila euro

12 Febbraio 2021

A piccoli passi verso l’obiettivo. La campagna di raccolta fondi “Libertà per Piacenza”, indetta da Editoriale Libertà per aiutare i cittadini a far fronte alle conseguenze del Covid, ha fatto registrare un altro significativo contributo. Nell’ultima settimana sono arrivati oltre 5mila euro di donazioni dei nostri lettori che hanno portato il totale dall’inizio della raccolta a quota 25mila euro. I fondi – 17 mila euro già erogati – vanno a confluire nel grande salvadanaio cittadino “Insieme Piacenza”, creato per venire incontro alle vittime economiche della pandemia attraverso un’alleanza (aperta) stipulata in luglio da Fondazione di Piacenza e Vigevano, diocesi di Piacenza-Bobbio, Comune di Piacenza e Crédit Agricole. Al salvadanaio cittadino gestito dalla Caritas concorrono i fondi istituzionali di “Insieme Piacenza” – 1,7 milioni di euro stanziati in luglio – e i fondi delle varie raccolte nate soprattutto dopo l’appello del vescovo Adriano Cevolotto del 31 ottobre scorso, mirato a far sì che in tutti i bilanci, anche in quelli familiari, vi sia una voce destinata alle nuove povertà da Covid. Tra le raccolte dei cittadini oltre a quelle delle famiglie (citata dal vescovo ieri mattina) che hanno donato metà del loro stipendio mensile, c’è anche quella, appunto, di “Libertà per Piacenza”.

Una campagna di raccolta fondi, quella di Editoriale Libertà,che si pone come obiettivo da un lato l’aiuto ai progetti di emergenza della Caritas diocesana – dunque anche “#eorastudio” -, dall’altro l’aiuto ai due hospice della provincia di Piacenza: l’hospice di Piacenza “la Casa di Iris” e l’hospice “Azalea” di Borgonovo. Entrambe le strutture sono mantenute da soldi pubblici e da una quota privata raccolta dalle associazioni di volontari attraverso iniziative benefiche. Iniziative che dallo scoppio della pandemia si sono quasi annullate per la necessità di rispettare le normative di prevenzione del Covid.

COME DONARE – Per contribuire alla raccolta fondi “Libertà per Piacenza” esiste un solo modo di donare: il bonifico bancario. Per ragioni di tracciabilità sono stati dunque esclusi il denaro contante così come gli assegni. La destinazione dei fondi viene definita a seguito della causale “pro hospice” o “pro Caritas” indicata dal donatore nel bonifico. In caso non venga inserita alcuna indicazione la cifra viene divisa al 50 per cento tra iniziative di emergenza Caritas e hospice.

Chi desidera donare deve effettuare un bonifico bancario sul conto corrente intestato a Editoriale Libertà aperto al Crédit Agricole. L’Iban è IT44I0623012601000032388125.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà