Falsifica il timbro e simula il pagamento delle bollette: denunciato

16 Febbraio 2021

Un uomo di 39 anni, disoccupato, è stato denunciato a piede libero dai carabinieri di Bettola per contraffazione e uso di sigilli pubblici o di strumenti destinati alla pubblica autenticazione.

L’uomo, dopo aver contraffatto il timbro di un istituto di credito di cui risultava correntista, lo ha utilizzato per inoltrare alla società di fornitura elettrica false attestazioni per avvenuti pagamenti di diverse fatture riferite al periodo aprile 2019 – settembre 2020 per un ammontare di quasi 2mila e 400 euro.
Le indagini hanno avuto inizio nel gennaio 2021 quando la direttrice della filiale dell’istituto di credito di cui l’uomo era correntista ha infornato i militari dell’Arma di aver ricevuto una richiesta di verifiche da parte della società elettrica, in quanto – nonostante le attestazioni di pagamento – risultavano alcune incongruenze economiche, per ammanchi relativi a una serie di fatture. La direttrice ha poi riscontrato una difformità nel timbro apposto sui pagamenti. A questo punto i carabinieri, dopo aver eseguito gli accertamenti, hanno sentito il 39enne, che ha riferito di aver inoltrato false attestazioni di pagamento della fornitura che era intestata alla madre 75enne convivente spiegando di aver falsificato il timbro per evitare il pagamento. E’ stato quindi denunciato.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà