Riapertura dei centri sportivi, depositata l’istanza a Regione e Governo

16 Febbraio 2021

Dalle parole ai fatti: come annunciato nei giorni scorsi i titolari di palestre, centri fitness e scuole di danza piacentine (per un totale di 16 società), attraverso i loro legali, hanno ufficialmente inviato a Regione e Governo l’istanza per chiedere una tempestiva riapertura delle loro attività, chiuse da mesi per le disposizioni anti-Covid.

Un’istanza seguita da un corposo report contenente diversi studi di natura scientifica condotti da esperti e medici legali, che certificano come “le misure già adottate dalle palestre, come la presenza all’interno dei locali di un sistema di ventilazione efficace, misure di filtrazione dell’aria ad alta efficienza, luci germicide ultraviolette, disinfezione frequente delle mani e degli attrezzi e mancanza di sovraffollamento, siano più che sufficienti a prevenire il contagio da Coronavirus”.

“A detta dei maggiori esperti – si legge poi nell’istanza – la norma, pur apparendo giustificata all’inizio della pandemia, nel lungo periodo arrecherà grave danno alla salute pubblica, forse ancor più dell’epidemia stessa, perché l’attività sportiva, in ogni sua forma e manifestazione, contribuisce alla sana e robusta costituzione dell’individuo”.

“Abbiamo consegnato questa istanza ieri – spiega Daniele Bavagnoli, tra i promotori dell’iniziativa -. Anche i centri sportivi di Veneto e Lombardia faranno lo stesso. Quella sportiva è un’attività essenziale, ingiusto tenerci chiuso per così tanto tempo. Ora la palla passa alla Regione e al Governo. In caso di risposta negativa, come abbiamo sempre detto, siamo pronti a ricorrere al tar”.

L’ISTANZA INVIATA A GOVERNO E REGIONE

LA RELAZIONE MEDICO LEGALE

ELENCO DELLE REALTÀ RAPPRESENTANTE

LE NUOVE LINEE GUIDA DELL’OMS SULL’ATTIVITÀ FISICA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà