Scuole, ritardi nei pagamenti al personale Covid: “Siamo esasperati”

16 Febbraio 2021

Anche nel Piacentino si riscontrano ritardi nei pagamenti degli stipendi di docenti e collaboratori scolastici assunti dallo Stato con contratto Covid.
La segnalazione alla nostra redazione arriva da una persona che lavora all’Istituto comprensivo Casaroli di Castel San Giovanni e che si definisce “esasperata” per la situazione di incertezza.
“Siamo stati assunti a settembre e i primi pagamenti sono arrivati a dicembre – dice – Lo stipendio di gennaio non è ancora arrivato. Firmando il contratto abbiamo accettato il rischio di ammalarci ma non quello di ricevere lo stipendio a mesi alterni. Non voglio dare colpe a nessuno ma la situazione è critica”.

Interpellata in merito, la dirigente scolastica dell’Istituto Casaroli, Maria Cristina Angeleri fa sapere che la scuola a settembre aveva richiesto sette collaboratori scolastici e 14 docenti  come personale Covid. “Noi abbiamo rispettato tutte le procedure nelle comunicazioni – ha dichiarato Angeleri – purtroppo soprattutto nei primi mesi si sono registrati ritardi e un docente è rimasto senza stipendio fino a dicembre poi la situazione è stata risolta. Al momento mi risulta che una persona non abbia ricevuto lo stipendio di gennaio ma la Ragioneria ci ha assicurato che è in pagamento. Nei mesi scorsi erano stati assegnati dei fondi che in seguito erano stati bloccati forse per errori di conteggio, in qual frangente potrebbero essere sorti i problemi”.

Casi analoghi si sono registrati in altre zone l’Italia.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà