Mette in vendita l’auto, ma viene truffata: due denunce dei carabinieri

22 Febbraio 2021

Una donna di 58 anni, di Bobbio (PC) è stata vittima di una truffa online. Il 24 gennaio scorso, aveva messo in vendita su un sito di annunci online la propria autovettura Audi Q3 al prezzo di 16mila euro. Lo stesso giorno è stata contattata telefonicamente da un acquirente che chiede di acquistare l’auto e che addirittura vuole ricevere la vettura già dal giorno dopo. Spiega alla vittima di voler versare subito un anticipo di 6mila euro a titolo di caparra ed i successivi 10mila al momento della consegna dell’auto e per questo la invita a recarsi ad uno sportello postamat di Bobbio per accreditarle subito la somma pattuita. Al telefono, con raggiri e artifizi, chiede all’ignara vittima di effettuare quattro operazioni di accredito della somma di 250 euro per un totale di 1.012 euro, comprese le spese di ricarica a favore di una carta ricaricabile. Ma alla donna sono arrivate le notifiche di pagamento effettuate e si è resa conto del raggiro. Si è rivolta, quindi, ai carabinieri della Stazione di Bobbio per denunciare l’accaduto. Dopo alcuni accertamenti i militari sono riusciti a risalire all’identità dell’interlocutore e della titolare della poste pay ricaricata. Si tratta di una donna 69anni e di un uomo di 30 anni, residenti in provincia di Modena, già con precedenti specifici (nel dicembre del 2020 in Lucca avevano perpetrato lo stesso tipo di truffa) che sono stati denunciati per truffa in concorso.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà