Le antiche carceri di Piacenza stasera a Quarta Dimensione

25 Febbraio 2021

Quando fu costruita la terribile “Gabbia del Duomo”, e quali malfattori vi furono rinchiusi? Dove si trovavano le antiche prigioni di Piacenza, prima che fosse costruito il carcere ottocentesco? E’ vero che nell’antica piazza del foro romano si trovava un Palazzo di Giustizia con la gogna pubblica? Per quale motivo la cappella di San Giovanni Decollato (sul retro del Grattacielo dei Mille) era detta “Oratorio degli Impiccati”? Dove si eseguivano le condanne capitali? Queste domande, insieme a molte altre, troveranno risposta questa sera alle ore 21,00 su Telelibertà, nel corso di una nuova puntata di “Quarta Dimensione”. Il programma, condotto dall’arch. Manrico Bissi, condurrà il pubblico lungo un percorso “noir”, alla scoperta delle antiche forche e prigioni dove si compiva la sommaria Giustizia della Piacenza ducale. Luoghi ancora oggi esistenti, che conservano memorie a dir poco tragiche e inquietanti: ad esempio, il piazzale della Torricella, dove si alzavano i patiboli; o ancora il viottolo sul retro del Grattacielo dei Mille, dove si trovava fino l’Oratorio degli Impiccati, destinato all’ultima preghiera dei condannati a morte; o ancora la torre del Duomo, con la gabbia infissa nel tardo Quattrocento come atroce prigione per coloro che si macchiavano di blasfemia.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà