In via XXI aprile dietro Bastione San Sisto regnano rovi e sporcizia

27 Febbraio 2021

Davanti è Balera, dietro è disastro. Chi si trovi a passare nella parte di via XXI aprile dietro bastione San Sisto lo sa bene cosa trova: un ammasso di rovi, diversa immondizia sparsa al bordo della strada, qualche autobus fermo al capolinea, un albero letteralmente spaccato a metà forse a causa dell’ultima neve. Di fianco ci sono le case, ma lì è bosco, giungla, selva orrida verrebbe da dire.

“Indignazione” è la parola pronunciata dal presidente di Ente Farnese Eugenio Gentile per commentare lo stato di degrado dell’area che dieci anni fa era stata ripulita insieme al bastione. Poi però gli anni sono passati: bastione San Sisto ospita oggi un locale, ma dietro sembra essere terra di nessuno. Sembra perché così non è: “Il proprietario è Liquigas” precisa il presidente Gentile.

Il presidente dell’Ente ricorda bene quando nel 2011 “intervenimmo per ripulire tutta la zona, bastione compreso”: “Alcuni piacentini non lo avevano mai visto dato che nessun intervento di pulizia era mai stato fatto da quando la struttura era stata abbandonata – continua Gentile – bene, quella nostra pulizia è rimasta l’unica fatta, almeno per quanto riguarda l’area retrostante”.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà