Inaugurati sette anni fa, oggi i giardini sono in stato di abbandono

02 Marzo 2021

Come i matrimoni, la crisi del settimo anno colpisce anche i bastioni. Specialmente quelli delle mura farnesiane. Parliamo di bastione Campagna, che sette anni fa venne inaugurato con tutti i crismi alla presenza delle istituzioni cittadine e dei rappresentanti della Soprintendenza: robuste panchine in legno, cespugli curati e persino un’altalena vennero posizionate sulla sommità del paramento murario.

Circa duemila metri quadri di spazio che oggi però risulta dimenticato dalla maggior parte dei piacentini. Ed è un peccato. Prova ne sono alcune delle panchine, rovinate e in certi casi rotte dal tempo che passa ma anche probabilmente dalla maleducazione di qualcuno. Una sorte più fortunata l’ha avuta la piccola altalena, rimasta ancora integra nonostante gli anni, in condizioni decisamente migliori rispetto a quelle presenti in altri campi gioco della città. I cespugli, un tempo ben curati, adesso sono cresciuti a casaccio, ma di fatto la bellezza del manufatto ancora si nota.

“Posso solo dire che è un peccato – è il commento dell’attuale presidente dell’Ente Farnese Eugenio Gentile – come ho detto già per altre situazioni riguardanti le mura, Piacenza ha tante cose, ma tante cose trascurate”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà