Sabato di controlli a tappeto per i carabinieri, ventuno persone sanzionate

07 Marzo 2021


Una festa clandestina in via Santa Franca, assembramenti in piazza Cittadellla e in piazza Duomo. Sono solo alcuni degli interventi operati ieri, sabato 6 marzo, dai carabinieri del comando provinciale di Piacenza nell’ambito dell’attività di prevenzione dei comportamenti contrari alle norme anticontagio. Sono state 134 le persone controllate, 9 gli esercizi commerciali oggetto di accertamenti da parte di militari. Ventidue persone sono state sanzionate e tra le sanzioni rilevate vi sono state quelle relative al mancato rispetto del distanziamento sociale, al divieto di assembramento, allo scorretto uso delle mascherine e per gli spostamenti “fuori comune” o addirittura “fuori regione”.

Nell’abitazione privata di via Santa Franca era presente solo una coppia di fidanzati che ascoltava musica ad altissimo volume. Invece, in via San Francesco, intorno alle 18:30, un uomo di 40 anni, residente a Torino, che recava disturbo ai passanti in quanto in stato di alterazione dovuto all’assunzione di sostanze alcoliche, è stato controllato e sanzionato perché fuori dal territorio della propria regione di residenza senza giustificato motivo e per ubriachezza.

Altri interventi sono stati effettuati in provincia. A Calendasco in località Puglia sono stati segnalati alcuni giovani in assembramento davanti ad un bar, ma all’arrivo della pattuglia gli avventori avevano già lasciato il luogo di assembramento. A Bobbio, invece, lungo il fiume Trebbia nelle vicinanze del ponte Gobbo è stato segnalato un assembramento di giovani che non indossavano le mascherine e consumavano bevande alcoliche. La pattuglia intervenuta, identificato i 12 giovani li ha sanzionati per inosservanza delle disposizioni covid-19.

Altri assembramenti di giovani sono stati segnalati da alcuni cittadini a Fiorenzuola d’Arda dinanzi a tre locali : in piazza Caduti, corso Garibaldi e viale Matteotti. Gli equipaggi intervenuti hanno sensibilizzato i presenti al corretto uso dei dispositivi di protezione e al rispetto del distanziamento. Di questi, però, 10 sono stati sanzionati perché non avevano i dispositivi di protezione.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà